| Attualità / giornale SEV

sottofederazione as

Finanze solide e presenza forte nel SEV

Il cassiere centrale Alois Bucher e la neo-eletta cassiera Viviane Mumenthaler.

Werner AmreinAll’11esima assemblea dei delegati Rolf Feier, presidente dell’assemblea e Patrick Bellon, vice presidente, hanno accolto oltre 50 persone. Oltre all’approvazione del conto annuale e del rapporto annuale, i 42 delegati hanno eletto una nuova cassiera centrale. Si è inoltre discusso in modo approfondito sulle proposte al congresso, per cui i delegati erano ben preparati e felici anche per l’imminente festa di anniversario. Il primo compito sul quale si sono chinati i delegati è stato l’approvazione del conto annuale del cassiere centrale Alois Bucher. Come sempre tenuto in modo impeccabile ed esemplare, non ha dato adito ad alcuna obiezione: un lavoro molto apprezzato da tutti. Grazie al controllo rigoroso delle spese, il cassiere centrale è riuscito a evitare il deficit preventivato e a presentare un utile solido. La sottofederazione AS gode di finanze sane, ma non solo, il denaro viene investito in modo oculato e a lungo termine. AS ha investito il proprio patrimonio in modo molto consapevole, per cui il denaro viene tra l’altro affidato anche alle cooperative di costruzione di abitazioni di ferrovieri. Il conto annuale è stato approvato all’ unanimità. I delegati hanno ringraziato con un grande applauso Alois Bucher per il suo ottimo lavoro.

Anno ricco di impegni

L’ordine del giorno prevedeva in seguito l’approvazione del rapporto annuale del presidente centrale Peter Käppler. Il rapporto annuale, piacevole da leggere e corredato di molte foto, ha messo in luce tutto il lavoro svolto lo scorso anno del comitato centrale, di tutte le sezioni e di molti membri AS attivi. Grazie al grande impegno è stato possibile negoziare un buon CCL con le FFS e difendere un nuovo attacco a condizioni di lavoro buone e socialmente responsabili. L’unica nota amara è la nuova partecipazione ai costi da parte del personale a un’assicurazione d’indennità giornaliera di malattia. Investire in posti di lavoro sani che evitino stress e burnout dannosi per la salute sarebbe stato ben più lungimirante, anziché pretendere dal personale un contributo ai costi di malattia in costante aumento. L’assemblea dei delegati ha ringraziato il presidente centrale per il grande lavoro, svolto con il massimo impegno, approvando il rapporto annuale all’unanimità.

Le finanze andranno

 

a Viviane Mumenthaler

A fine anno Alois Bucher, appena pensionato, lascerà il suo incarico di cassiere centrale, per cui occorreva regolare la questione del suo successore. L’AS ha individuato una candidata e ha proposto Viviane Mumenthaler, persona impegnata e dotata di un’ottima competenza professionale. Attiva nel comitato di AS Mitte e AS Giovani, Viviane Mumenthaler è stata eletta brillantemente a questo incarico di grande responsabilità. Alois Bucher s’impegnerà a garantire un impeccabile passaggio di consegne e resterà a disposizione della sottofederazione AS ancora fino alla prossima primavera. I delegati si sono dimostrati molto soddisfatti di aver eletto una giovane di AS come cassiera centrale. È stato espresso un grande ringraziamento ad Alois Bucher. Grazie alla sua straordinaria gestione e lungimiranza si è fatto molto apprezzare prima alla SBV e negli ultimi anni alla AS. Lascia a Viviane Mumenthaler delle finanze sane e con ottimi investimenti.

È stato inoltre ringraziato Jean-Pierre Isabella per il suo impegno quale vice presidente dell’assemblea dei delegati e membro supplente CVG. L’assemblea dei delegati gli ha augurato ogni bene per il futuro. Oltre ai nuovi delegati per la conferenza CCL, sono stati nominati Denise Engel, Marco Huber ed Eugenio Tura per la commissione CCL nonché Christian Schmidt quale membro supplente per la CVG di AS. Infine, all’attenzione del congresso è stata nominata Diana Oertig alla successione di Rolf Feier per la CVG SEV. Rolf Brehm si è messo spontaneamente a disposizione quale nuovo membro supplente per la CVG SEV; con ciò AS sottolinea chiaramente la propria ambizione ad assumere un ruolo importante in seno al SEV.

Ben preparati per il congresso

Dopo un breve rapporto sulla situazione da parte dei presidenti delle sezioni e dei responsabili dei settori si è provveduto a preparare il congresso, discutendo preliminarmente la proposta al congresso «Negoziazione di un CCL del settore traffico a lunga percorrenza a scartamento normale» nonché la proposta al congresso della sottofederazione AS «Applicazione SEV per dispositivi iOS e Android».

Un CCL settoriale traffico a lunga percorrenza a scartamento normale non serve! I delegati hanno ritenuto che negoziare un CCL settoriale per il traffico a lunga percorrenza a scartamento normale non ha senso e hanno ritenuto non efficace e intelligente ad esempio negoziare un CCL apposito per il personale di locomotiva. Alex Niedermann teme una suddivisione del personale in categorie che potrebbe generare conflitti spiacevoli tra le categorie stesse. La vicepresidente del SEV Barbara Spalinger non pensa che il SEV possa negoziare un CCL settoriale con le FFS peggiore di un CCL «normale». Non crede neppure che le FFS si separerebbero dai gruppi professionali. Barbara Spalinger considera molto più importante un contratto settoriale nel «traffico merci». Secondo lei un CCL settoriale per il traffico a lunga percorrenza a scartamento normale non è assolutamente prioritario. Andrea Pace non comprende come nel SEV si possano sostenere CCL settoriali, quando lo stesso SEV denuncia la liberalizzazione e il neoliberismo. Clemens Cola fa notare la concorrenza nociva tra «LPV» e «VSLF».

Considerato che questa proposta al congresso era molto controversa all’interno di AS, Peter Käppler ha suggerito ai rappresentanti AS di contestare la proposta al congresso o di intervenire al congresso di conseguenza. Ha suggerito di formulare la proposta in modo tale da farla accettare al congresso solo per esame. Una netta maggioranza dei delegati si è espressa a favore di questa opzione.

Bruno Käppler è stato incaricato di prendere la parola e presentare al congresso una proposta corrispondente da parte della sottofederazione AS.

Verificare innanzitutto accuratamente l’applicazione SEV per dispositivi iOS e Android. Questa proposta al congresso presentata da AS Giovani è stata messa fortemente in dubbio anche all’interno di AS. Viviane Mumenthaler in veste di rappresentante di SEV Giovani teme che l’app non venga utilizzata e segnala che il suo costo è molto elevato. Joël Jufer, anch’egli di AS Giovani, è del parere che una simile applicazione potrebbe diventare molto costosa e propone che anche questa proposta al congresso dovrebbe essere accettata solo per esame. In base della sua esperienza professionale conosce soluzioni meno costose. Joël Jufer è stato sostenuto da Reto Brehm secondo cui sarebbe molto meglio presentare SEV Giovani attraverso un sito web. Barbara Spalinger ha spiegato che dalla consultazione di esperti è emerso che un’app sarebbe molto costosa, a causa dei costanti aggiornamenti che richiede. I delegati concordano che anche questa proposta al congresso dovrebbe essere accettata solo per esame.

Nelle sue parole conclusive il presidente centrale Peter Käppler ha sollecitato un’immagine disciplinata della sottofederazione AS al congresso e una corrispondente presenza in sala. Ha augurato a tutti i delegati e ospiti una bella e indimenticabile festa per il centenario del SEV.

Werner Amrein

Immagini

Fotos: Mathias Schmid

Scrivi commento